Mission

Il Parco Letterario® dedicato al Poeta "Giuseppe Giovanni Battaglia" è stato istituito nel Comune di Aliminusa con Deliberazione del Consiglio Comunale n.17 del 29.07.2013 tramite una convenzione con la Società Dante Alighieri di Roma, che in collaborazione con la Società Paesaggio Culturale Italiano, garantisce e tutela il marchio di tutti i Parchi letterari Italiani dedicati ai più importanti poeti e scrittori italiani.

In Sicilia - ad oggi - sono già presenti due parchi letterari: il Parco Letterario "Salvatore Quasimodo" a Modica (RG) ed il Parco Letterario "Giovanni Verga" a Vizzini (CT), per cui la nascita ad Aliminusa del Parco Letterario dedicato al nostro poeta Battaglia, comporta un enorme privilegio e onore a livello regionale, in quanto rappresenta il terzo Parco Letterario in Sicilia, oltre che il sedicesimo Parco Letterario a livello nazionale.

È utile descrivere che cos’è un Parco Letterario utilizzando la definizione che ne dà la stessa Società Dante Alighieri, ossia: "I Parchi Letterari sono percorsi ed itinerari attraverso i luoghi di vita e di ispirazione dei grandi scrittori di tutti i tempi. Città, piazze, ma anche paesaggi, campagne e quant’altro si ritrova raccontato in un testo, diventano patrimonio culturale ed ambientale da proteggere, valorizzato e reso fruibile ai visitatori attraverso una sorta di viaggio nella letteratura e nella memoria mediante attività culturali e manifestazioni immaginifiche ideate per far conoscere gli scrittori e i loro luoghi d’ispirazione. La proposta intende far rivivere attraverso percorsi sensoriali il ricordo di molti letterati e di far provare, gustare, sentire, toccare e osservare tutto ciò che ha portato un autore a scrivere pagine storiche della letteratura.

I Parchi Letterari permettono di conoscere l’autore nella sua dimensione umana: i suoi pregi, i suoi difetti, le sue debolezze che lo rendono più vicino al pubblico: un Parco Letterario è fatto di accoglienza, di visite guidate, di eventi spettacolarizzati, e prevede attività enogastronomiche e di artigianato. Uno strumento idoneo per la valorizzazione del territorio e la messa in rete di attività finalizzate alla salvaguardia, alla promozione e valorizzazione del patrimonio culturale, in linea con le "Convenzioni Unesco".

Molti critici considerano il Poeta Battaglia quale il poeta della società contemporanea, in quanto nelle sue poesie si trovano ben descritte e denunciate le negatività del mondo di oggi: ossia i soprusi del forte contro il debole, lo sfruttamento selvaggio delle risorse naturali ed ambientali, la scomparsa dei valori della solidarietà e dell’onestà nell’azione delle istituzioni pubbliche. Tali caratteristiche della società contemporanea sono il risultato di una concezione della società basata sull’individualismo e sul profitto fine a sé stesso, in cui l’uomo si sente padrone della natura e dei sui "frutti" senza tenere in considerazione il futuro e le speranze delle nuove generazioni.

La poesia di Battaglia denuncia le ingiustizie sociali ed è legata alla storia contadina della sua terra di origine (la piccola Aliminusa), ma ha ispirazione universale in quanto rappresenta una dura e severa analisi delle lotte contadine, che hanno caratterizzato il XXI secolo, per la conquista delle terre a discapito dei signorotti del tempo. È facile riscontrare nelle opere di Battaglia un'attenta descrizione dei conflitti e delle differenze sociali tra poveri e ricchi e tra forti e deboli, con una semplice ed efficace descrizione dei sentimenti che hanno agitato le classi sociali coinvolte, con particolare attenzione alle aspirazioni dei più deboli rivolte alla ricerca di un futuro migliore, con il fine di una società più giusta e più equa.

Queste considerazioni ci portano a ritenere che le nuove generazioni hanno il bisogno e la necessità di riscoprire i valori della cultura contadina: ossia la solidarietà, il sacrificio nel lavoro, l’onestà e l’umiltà.Il grande Leonardo Sciascia, leggendo le opere del Poeta G.G. Battaglia, lo definì il poeta contadino, il poeta della terra. Ecco perché il Comune di Aliminusa ha voluto realizzare un centro visite del Parco Letterario dove si può passeggiare in un ambiente incontaminato e leggere le più importanti poesie del poeta in un percorso guidato. Si vuole offrire a tutte le scolaresche d’Italia e a tutti i visitatori la possibilità di conoscere la poetica di Battaglia e la cultura contadina con un percorso sensoriale (percorso di poesie, stanza del Poeta, zoo contadino).

Con Delibera di G.C. n° 47 del 29.07.2014 è stato approvato il progetto "Uno zoo contadino per tutti gli alunni d’Italia". Con l’attuazione del progetto faunistico in questione è specifico intento dell’Amministrazione mantenere uno stretto e diretto collegamento tra la popolazione ed il mondo contadino, consentendo, in particolare, ai soggetti appartenenti alle fasce più giovani di potere conoscere ed apprezzare esemplari di animali espressione del mondo rurale (ad esempio, galline, conigli, pecore, capre, asini, muli ed oche) che, diversamente, sarebbe impossibile ammirare negli ordinari luoghi del vivere quotidiano, quindi una vera e propria fattoria didattica che ha la peculiarità di essere accompagnata da un messaggio culturale rappresentato dalla poesia del poeta, fatto che rende unico questo zoo nel panorama nazionale.

Infine, grazie al fatto che nel centro visite insiste un’area mercatale (sette casette in legno con annessi servizi igienici), ossia un’area attrezzata dove potere degustare i prodotti tipici locali (a Km zero) i ragazzi visitatori potranno pranzare a base di ricotta fresca, formaggi genuini, pane con olio extra-vergine di oliva e salsiccia "asciutta" (salamino) ed altre prelibatezze tipiche della cucina contadina. Inoltre, dopo pranzo i visitatori potranno divertirsi giocando a tennis o a calcetto nei campi adiacenti.