ItaliaPost - Il primo zoo contadino: una storia siciliana

Sabato 30 agosto verrà inaugurato il primo zoo contadino all’interno del Parco Letterario di Aliminusa (PA), dedicato al poeta “Giuseppe Giovanni Battaglia”, istituito tramite una convenzione con la Società Dante Alighieri di Roma, e la collaborazione con la Società Paesaggio Culturale Italiano, che garantisce e tutela il marchio di tutti i Parchi letterari Italiani dedicati ai più importanti poeti e scrittori italiani.

“Giova evidenziare – dice il vicesindaco Filippo Dolce, nella foto – che in Sicilia ad oggi sono già presenti due parchi letterari: il Parco Letterario ‘Salvatore Quasimodo’ a Modica e il Parco Letterario ‘Giovanni Verga’ a Vizzini, per cui la nascita ad Aliminusa del Parco Letterario, dedicato al nostro poeta Battaglia, comporta un enorme privilegio e onore a livello regionale, in quanto rappresenta il terzo Parco Letterario in Sicilia, oltre che il sedicesimo Parco Letterario a livello nazionale”.

All’interno del Parco, un centro visite con la stanza del poeta e lo “zoo contadino” dove verrà istituita una fattoria didattica che ha la peculiarità di essere accompagnata da un messaggio culturale, per far riscoprire il territorio e far conoscere la bellezza del luogo e della semplicità contadina, in una società sempre troppo frenetica, lontana dal caos e dall’inquinamento cittadino.

“La poetica di Battaglia si fa spazio tra la sua forte identità di cultura contadina e la sua difficile assimilazione del mondo urbano; non ci sono pregiudiziali chiusure, ma, se Battaglia prende la strada della città, il suo cuore resta legato alla sua terra e, con essa, ai suoi volti, alla sua religione e ai suoi riti, al canto dei suoi uccelli, al profumo dei suoi fiori e al vento che tutto scuote ed accarezza; però, la città è dura più di quanto non sia faticoso il lavoro in casa della madre ed il lavoro del padre nelle stagioni di semente e di raccolta; e l’artista fa la spola tra una città che promette ma non mantiene, e un paesino che non promette perché ha già dato ma richiede tempo per apprezzare i suoi doni”

Il progetto di educazione ambientale coinvolgerà tutte le scuole italiane che  vorranno valorizzare la cultura e la natura incontaminata del luogo.

Articolo stampato da ItaliaPost: Url articolo